16 aprile 2010

Vado a dormire amore, l'ultimo è una bambina di tre anni con un proiettile in testa



3 commenti:

Walter ha detto...

Posso dirlo (a te sembrerà banale)? Un gran casino, in cui la nebbia è ancora fitta.
Di certo ci siamo (anche Noi siamo parte di questo Stato, ahimè) poco e male.
D'altro canto se Ministro degli Esteri c'è uno come Frattini, che vogliamo?
Se andavamo io e te era eguale.
Daniele (Macca)

bianca ha detto...

"La guerra la stiamo già facendo, per un motivo, per due motivi. Primo perché abbiamo già lì le barchette, il secondo abbiamo già lì gli omini, gli aereoplani, abbiamo tutti le persone che devono fare questa guerra. Ora non possimo rimandare indietro, conviene finire poi ripartire… L'americano ha già speso pro le proprie tasche, il contribuente americano tanti soldi che abbiamo investito strategie lì, armi per spara lì, vestitini da mettersi. o aereoplani da volare lì. Se ora andiamo a fare un'altra guerra bisogna spendere altri soldi, questo non è accettabile."

(Lo hai visto L. ad Annozero, ieri sera, "con" Gino Strada? Al confronto l'imitazione di Guzzanti è acqua fresca, non trovi?)
Siamo in guerra, questo so, ed è terribile. Intanto che a pagarne le conseguenze sono anche quei tre poveri medici (non soldati: medici).
Se andiamo io e te non è uguale. Voglio sperare con tutto il cuore che riescano a liberarli.

bianca ha detto...

Liberi!